Le sorti della guerra a Gaza sono cambiate?

In merito alla questione palestinese, il fronte occidentale sembra frammentarsi. Non solo alcuni stati europei hanno riconosciuto l’esistenza della Palestina come stato sovrano, aprendo ambasciate e dando il via a un serio impegno diplomatico in tal senso, ma è anche arrivato un mandato di arresto per il primo ministro israeliano. La motivazione alla base della decisione di Karim Khan, Procuratore Capo della CPI, sarebbe la convinzione che Bibi Netanvahu e Yoav Gallant, quest’ultimo Ministro della Difesa israeliano, siano responsabili di presunti crimini di guerra e contro l’umanità a Gaza e nella West Bank. D’altra parte, la CPI ha anche emesso dei mandati d’arresto nei confronti di alti esponenti di Hamas, il gruppo politico-militare che il 7 ottobre, con un’improvvisa invasione terroristica, diede il via al conflitto in corso.

Trovi l’articolo completo su https://politicamag.it/situazione-gaza-sta-cambiando-occidente-frammentato/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.